CONTATTATECI SUBITO

Il futuro
della guida
è elettrico.

INDIVIDUALE & ORIENTATO ALLA SOLUZIONE

Anche i vostri ospiti lo sanno. Rendiamo facile
per voi rendere il vostro sito a prova di futuro.

I clienti felici sono clienti fedeli

01

SIETE ALLA RICERCA DI STAZIONI DI RICARICA FLESSIBILI PER VEICOLI ELETTRICI, PER LA VOSTRA AZIENDA O HOTEL?

Attira gli ospiti di alto valore con i tuoi caricabatterie per veicoli elettrici visibili sulle carte di ricarica. Delizia i tuoi ospiti con un’esperienza di ricarica senza soluzione di continuità. Puoi anche includere la ricarica delle auto elettriche nei tuoi programmi di fidelizzazione e di ricompensa.

Richiedere piú informazioni

Lunga durata

02

WALLBOX E STAZIONI DI RICARICA PER AUTO ELETTRICHE FACILI DA USARE CHE SI RIPAGANO DA SOLE

Le nostre stazioni di ricarica sono costruite per durare. Il software intelligente di gestione della ricarica rende facile il monitoraggio e la gestione della rete di ricarica. È possibile generare entrate aggiuntive stabilendo delle tariffe di ricarica.

Il servizio completo di Elpo

03

SEMPLIFICA LA TUA VITA

Le nostre soluzioni di ricarica ti offrono tutto ciò di cui hai bisogno in un unico posto. Dalla consulenza personale e dalla pianificazione del sito all’installazione certificata e al supporto continuo da parte del nostro personale esperto e formato. Con Elpo, siete in buone mani.

Hardware

Wallbox eMH1

Wallbox eMH2

Wallbox eMH3

Colonnine di ricarica eMC

EVBox Troniq 50

Infrastrutture di ricarica flessibili, personalizzate e scalabili

Le nostre infrastrutture di ricarica flessibili, personalizzate e scalabili per i veicoli elettrici vi convinceranno. Vi offriamo un servizio competente a tutto tondo, dalla consultazione iniziale all’installazione e all’accettazione professionale. Elpo può attingere a molti anni di esperienza e può anche consigliarvi sull’immagazzinamento dell’energia, il fotovoltaico, la gestione intelligente dell’energia e molto altro, e gestire e installare professionalmente il vostro intero progetto. Allo stesso tempo, la gestione del carico assicura che la vostra rete elettrica non sia sovraccaricata e che si evitino picchi di carico costosi.

Richiedere una consultazione

Futuro sostenibile

Aiutiamo gli hotel lungimiranti a costruire un futuro sostenibile fornendo soluzioni di ricarica flessibili e scalabili per i veicoli elettrici. Troverai wallbox e stazioni di ricarica facili da usare per te, i tuoi dipendenti e soprattutto per i tuoi ospiti soddisfatti. 

Contattateci ora

Ricarica veloce

Caricate rapidamente i veicoli elettrici, generate un reddito supplementare e attrezzate il vostro hotel per il futuro.

Ubicazione attraente

La domanda di auto elettriche è in continuo aumento. Consenti ai tuoi dipendenti, ospiti e clienti di ricaricare mentre lavorano, fanno acquisti o mangiano nella tua sede.

Entrate aggiuntive

Fissate delle tariffe per gli ospiti che usano le vostre stazioni di ricarica. Inoltre, rendete visibile online la posizione delle vostre stazioni e guadagnate un extra.

Orientato al futuro

Le nostre soluzioni di ricarica sono progettate per essere utilizzate per i veicoli elettrici ora e in futuro. Così potete essere sicuri che il vostro investimento ha senso.

Cosa bisogna sapere in anticipo

La connessione  privata

Quando si sceglie la stazione di ricarica appropriata, ­è importante sapere: “Quanta potenza è disponibile?”. Questo ti aiuterà a scegliere la potenza di carica ottimale per la tua stazione di ricarica.

La stazione di ricarica

Ci sono stazioni di ricarica ­con una ­vasta gamma di potenze di ricarica­. Per essere in ­grado di caricare in ­modo orientato al futuro, raccomandiamo sempre una potenza di carica di ­11 kW. Questo ti dà un perfetto ­equilibrio tra la potenza di connessione della casa ­e una ­preparazione ­orientata al futuro ­per la nuova generazione di auto elettriche­.

Il veicolo elettrico

Non solo la potenza disponibile del vostro edificio è importante! Anche la capacità di assorbimento del ­tuo veicolo gioca ­un ruolo importante nella ­scelta della tua stazione di ricarica.

Il vantaggio delle stazioni di ricarica per auto elettriche

Tieni traccia delle tue transazioni di ricarica

Ti diamo visibilità delle tue transazioni di ricarica e del tuo comportamento di ricarica, rendendoti facile la gestione dei pagamenti e dei rimborsi di ricarica.

Controllo
intelligente

Traccia di tutte le ricariche attive. Hai anche la possibilità di avviare o interrompere la ricarica a distanza, così puoi essere sicuro che tutti siano in viaggio completamente carichi.

Pieno controllo sul tuo consumo di energia

Assicuriamo un basso consumo di energia e semplifichiamo la gestione di più stazioni di ricarica, permettendoti di caricare in modo efficiente in ogni momento senza influire sui tuoi altri apparecchi elettrici.

Vantaggi della ricarica elettronica con Elpo

  • Elpo offre un servizio a 360°. Sappiamo il fatto nostro: Vi consigliamo di trovare la soluzione di ricarica ottimale per la vostra azienda. Ti aiutiamo nel processo di approvazione. Installiamo la soluzione di ricarica e rilasciamo la dichiarazione di conformità. Vi offriamo soluzioni di fatturazione individuali. Siamo anche al tuo fianco dopo l’acquisto con il nostro supporto tecnico e la manutenzione professionale.

  • Elpo ha molti anni di esperienza nel campo della mobilità elettrica. Da oltre 7 anni, Elpo progetta e installa soluzioni di mobilità elettrica che vanno dalle wallbox per applicazioni private a complesse stazioni di ricarica rapida. Ci piace essere sempre all’avanguardia della tecnologia e consigliare e sostenere i nostri clienti nel miglior modo possibile.

  • Elpo è sul posto. Noi siamo lì per voi. Anche dopo l’acquisto. Non siamo un rivenditore online anonimo dove non trovi più una persona di riferimento dopo il tuo acquisto.

  • Elpo è il distributore ufficiale di ABL per l’Italia. ABL è l’inventore della presa Schuko. Il design molto attraente delle stazioni di ricarica combinato con la tecnologia “made in Germany” sono convincenti.

  • Elpo può eseguire installazioni da 3kW – 2.000kW e oltre, comprese le procedure di approvazione necessarie. Si ottiene tutto da una sola fonte: dalla consultazione all’installazione finita.

  • Elpo può anche fornirvi l’intera soluzione elettrotecnica, compresa la gestione del carico, il fotovoltaico, le soluzioni per le batterie e molto altro.

For privacy reasons YouTube needs your permission to be loaded.
I Accept

Cosa c’è dopo?

Compilate il modulo sottostante

La contatteremo per discutere la sua richiesta

Le invieremo un’offerta entro la settimana

Un tecnico certificato visiterà e ispezionerà il vostro sito

La vostra stazione di ricarica sarà installata

Siete pronti!

Siamo molto felici di assistervi.

Se desiderate ricevere un preventivo senza impegno compilate il modulo sottostante inserendo i vostri dati e vi contatteremo.

Contattateci e vi aiuteremo a fare la scelta giusta.

Compilate il modulo o inviate una mail a emobility@elpo.eu. Uno dei nostri tecnici vi risponderà al più presto.

Numerose auto elettriche vengono già caricate qui con successo

FAQ stazioni di ricarica

Avete domande sulle nostre stazioni di ricarica o su come lavorare con noi? Siete nel posto giusto! Qui troverete le risposte alle domande più frequenti sulla guida elettrica e la ricarica.

E’ sufficiente una comune presa di corrente alla quale applicare un caricatore per garantire la possibilità di ricarica “lenta” al proprio veicolo (dalle 4 alle 8 ore). E’ consigliabile però installare una colonnina di ricarica specificatamente costruita per questo scopo che offre maggior sicurezza per l’impianto di casa e per le batterie. Le colonnine sono infatti studiate per “dialogare” con le batterie e fornire la corretta curva di ricarica necessaria. Sono anche dotate di strumenti elettronici di sicurezza che garantiscono protezione da sovravoltaggi e da incaute manomissioni. E’ possibile programmare le colonnine, impostando potenza ora di avvio e di interruzione della ricarica , in funzione dei carichi domestici e, se si possiede un impianto fotovoltaico, in funzione dell’energia puntuale prodotta da quest’ultimo. Se si necessita di una ricarica più rapida e si ha accesso ad un punto di fornitura più potente, si può scegliere di installare colonnine più performanti in termini di potenza, riducendo quindi I tempi di ricarica a poche ore.

Oltre al costo della colonnina di ricarica e della sua installazione, si devono considerare i costi di apertura di un secondo contatore dedicato alla ricarica (costi dipendenti dal fornitore di energia elettrica scelto). La delibera ARG/elt 56/10 introduce una tariffa agevolata per la ricarica di veicoli elettrici presso un’abitazione privata o struttura condominiale.

L’elettronica di controllo (BMS) a bordo della vostra vettura è in grado di regolare il processo di carica e di interromperlo in completa autonomia, una volta raggiunta la soglia massima.

Durante il processo non c’è quindi nessun tipo di spreco di energia elettrica e le batterie saranno costantemente monitorate e protette.

L’auto elettrica è un’automobile mossa da un motore elettrico, che utilizza come fonte di energia primaria quella immagazzinata chimicamente all’interno di un set di batterie ricaricabili montate a bordo.

Le principali case costruttrici di veicoli si stanno già posizionando sul mercato con autovetture elettriche a prezzi spesso molto elevati rispetto alle concorrenti endotermiche. L’attività di retrofit di un veicolo consiste invece nell’utilizzare un veicolo tradizionale come base per la costruzione di un’auto elettrica. Tutto parte da un attento progetto, in cui si valutano dimensioni, pesi ed ingombri delle componenti che andranno sostituite di uno specifico modello di vettura. La selezione delle componenti che svolgeranno la “trasformazione” del veicolo è altrettanto importante e viene svolta in funzione dello chassis. Vengono poi acquistate le automobili di partenza che devono essere attentamente controllate singolarmente e vengono revisionate nella meccanica. Dal veicolo di partenza vengono quindi eliminate tutte le componenti non utili al progetto:

  • motore
  • serbatoio
  • frizione
  • impianto di scappamento fumi
  • olio motore
  • etc…

Successivamente vengono costruiti gli specifici staffaggi per supportare e contenere le componenti elettriche. A seguito dell’ assemblaggio dei componenti elettrici, l’auto viene testata in officina, prima di essere sottoposta al processo di omologazione presso un ente certificato. L’auto messa su strada è quindi pronta per una nuova “elettrizzante” vita.

Miglioramento della propria immagine aziendale

La mobilità elettrica è uno strumento di comunicazione e marketing, che può essere valorizzato per aumentare l’interesse e il livello di gradimento dei clienti verso i prodotti e i servizi offerti.

Risparmio sui costi del carburante

Meno di 1/3 del combustibile bruciato in un veicolo a motore viene usato per muovere le ruote, tutto il resto viene sprecato, principalmente in calore. Su un veicolo elettrico invece il rendimento è superiore all’85%.

Risparmio sui costi di manutenzione

Su un veicolo elettrico non esistono frizione, cambio, marmitta, iniettori, valvole, compressori. Non ci sono cambi di olio, filtri, candele, cinghie di distribuzione… il risultato è un costo di manutenzione bassissimo.

Finanziamenti agevolati e incentivi

Sono stati già definiti incentivi per l’acquisto di veicoli elettrici e per la costruzione di infrastrutture di ricarica per il periodo 2013-2018.

Accesso alle ZTL e aree a pagamento

I veicoli elettrici possono circolare liberamente nelle ZTL e gratuitamente nelle zone a pagamento, come l’ Area C (MI).

L’ansia da ricarica è il tipico approccio nei confronti dell’auto elettrica.

Quante volte vi è capitato di rimanere senza benzina? Come avete risolto il problema?

Con un minimo di pratica, arriverete in brevissimo tempo a gestire l’autonomia del vostro veicolo come si fa normalmente con un’auto tradizionale, migliorando quotidianamente la vostra nuova esperienza di guida ecologica ed economica.

Però, nel caso in cui non abbiate considerato gli avvertimenti che l’elettronica di bordo vi ha inviato sul cruscotto (batterie in “riserva”, limite di percorrenza etc.) e non abbiate a disposizione nelle vicinanze colonnine di ricarica, potete chiamare l’assistenza tecnica fornita dalla vostra assicurazione.

Il carro attrezzi porterà il vostro veicolo presso il primo punto di ricarica disponibile.In futuro non è da escludere che I veicoli di assistenza stradale siano equipaggiati con idonee strutture per il biberonaggio sul posto di un veicolo “a terra”.

I veicoli elettrici sono più semplici di quelli tradizionali: non ci sono frizione, cambio, marmitta, iniettori, valvole, etc. Non ci sono cambi dell’olio, filtri, candele e cinghie di distribuzione.

Nell’auto elettrica non esiste il tagliando!

La revisione si effettua come ogni altro veicolo, ad eccezione del fatto che non è necessario fare il controllo dei fumi di scarico!

I costi di manutenzione si limitano ai battistrada, ai freni e pochi altri elementi accessori come le spazzole lavavetri.

Oltre a risparmiare parecchio in costi di manutenzione, l’auto elettrica consente di risparmiare all’ambiente molto materiale di consumo, da smaltire in modo speciale.

Considerando il costo dell’energia elettrica per la ricarica a 0.20 €/kWh e il costo del gasolio a 1.5€/l (circa) per un’auto che percorre 15.000 km/anno i costi sono :

  • Auto a gasolio= 1350 €/anno
  • Auto elettrica di pari dimensioni= 375 €/anno

Un’auto elettrica di piccole/medie dimensioni ha un’autonomia di 160-180 km, considerando poi che il 70% delle auto in circolazione in Europa percorre mediamente meno di 60Km al giorno (dati CIVES), quindi l’auto elettrica è pienamente rispondente a questa esigenza.

La ricarica delle auto elettriche è stata normata dalla Comunità Europea per essere la stessa in tutta Europa: la norma internazionale IEC 61851 prevede 4 modi di ricarica, due dei quali specifici per ambiente domestico, solo se non aperti a terzi (MODO 1 e 2) e due utilizzabili sia in ambito pubblico che privato (MODO 3 e 4). In particolare la modalità definita come MODO 3 è la modalità più diffusa per la ricarica dei veicoli elettrici, in ambienti pubblici e domestici.

Modo 1: carica slow (6-8 ore). Connessione della EV alla rete AC con connettori domestici o industriali fino a 16A;

Modo 2: carica slow (6-8 ore). Connessione della EV alla rete AC con connettori domestici fino a 16A o industriali fino a 32A, dispositivo di controllo sul cavo;

Solo per ambienti chiusi a terzi

Modo 3: carica slow (6-8 ore), quick (2-3 ore), fast (15-30’). Connessione della EV alla rete AC con connettori dedicati fino a 63A con dispositivo di controllo nella colonnina;

Modo 4: carica very fast (10-15’) in corrente continua. Connessione della EV alla rete in AC con sistemi specifici, vedi con i nostri consulenti le soluzioni da adottare.

Si, la legge 134 del 7-8-2012 all’articolo 17 quinquies recita: «1 -ter . Entro il 1º giugno 2014, i comuni adeguano il regolamento di cui al comma 1 prevedendo, con decorrenza dalla medesima data, che ai fini del conseguimento del titolo abilitativo edilizio sia obbligatoriamente prevista, per gli edifici di nuova costruzione ad uso diverso da quello residenziale con superficie utile superiore a 500 metri quadrati e per i relativi interventi di ristrutturazione edilizia, l’installazione di infrastrutture elettriche per la ricarica dei veicoli idonee a permettere la connessione di una vettura da ciascuno spazio a parcheggio coperto o scoperto e da ciascun box per auto, siano essi pertinenziali o no, in conformità alle disposizioni edilizie di dettaglio fissate nel regolamento stesso.

Il Piano Nazionale di Infrastrutturazione PNIRE, che definisce le linee guida per lo sviluppo di un servizio di ricarica allineato a livello europeo, stima che il numero di punti di ricarica aperti al pubblico debba essere nella fase iniziale dell’ordine di 1/10 del circolante elettrico: implicitamente, sia il PNIRE che le Direttive UE a cui questo si allinea assumono che la ricarica pubblica abbia quindi un carattere di complementarietà a quella “normale” domestica.

I veicoli elettrici a batteria non producono nel punto di utilizzo nessuna emissione inquinante. D’altra parte, la produzione dell’ energia elettrica necessaria per la ricarica delle batterie produce inevitabilmente inquinamento, anche se lontano dalla città e immesso nell’atmosfera attraverso camini di grande altezza che ne assicurano un’ampia diluizione prima della ricaduta al suolo. Tuttavia con energia elettrica prodotta dagli impianti più efficienti come quelli delle centrali a ciclo combinato il confronto delle emissioni complessive per i diversi tipi di motorizzazione: elettrica, diesel, benzina, gas, conduce a risultati decisamente favorevoli alla soluzione elettrica.

La soluzione elettrica garantisce benefici ambientali significati relativi a:

  • Riduzione costi sociali dovuti all’impatto delle emissioni sulla salute e sull’ecosistema
  • Riduzione delle emissioni di gas serra
  • Minori consumi petroliferi

Oltre ai vantaggi in termini ambientali, l’utilizzo dei veicoli elettrici favorisce un notevole risparmio energetico ed una efficienza nettamente superiore ad altre soluzioni, infatti:

  • Rendimento termico motore a benzina: 25%
  • Rendimento motore elettrico: 90%
  • Rendimento centrali a ciclo combinato per la produzione di elettricità: 45%

Il risparmio energetico medio conseguibile dai veicoli elettrici rispetto ai veicoli a motore è dell’ordine del 40% grazie all’efficienza complessiva nettamente superiore.

I benefici in termini di riduzione di CO2 sono significativi; rispetto ad un veicolo a propulsione termica l’auto elettrica produce fino al 46% di gas serra in meno.

Ulteriori benefici ambientali ed economici derivano da un più efficiente accumulazione dell’energia nelle batterie, permettendo un miglior sfruttamento delle fonti di energia rinnovabile, appiattendo i diagrammi di carico del Sistema Elettrico Nazionale e sfruttando al meglio la produzione notturna di centrali termiche e fonti rinnovabili.

Per un’auto elettrica che percorra 15000 km in 1 anno sarebbero sufficienti 20 metri quadrati di pannelli fotovoltaici, contro gli oltre 300 metri quadri di coltivazione stimati per la produzione di bioetanolo richiesto per la stessa percorrenza con un’auto a combustione interna. Idealmente i pannelli fotovoltaici posti sul tetto delle abitazioni potrebbero provvedere a una buona parte del fabbisogno energetico di una mobilità elettrica.